Primi piatti / Bigoli con la sardèla

…a cura di Anna Maria Matilde Filippozzi 

 


 
Primi Piatti della tradizione Veronese
Bigoli con la sardèla
*Difficoltà Difficile
*Preparazione 55 minuti
*Cottura 5 minuti
*Spesa Economica
Preparazione:
“Per chi si vuole cimentare nella preparazione dei bigoli”
Disponete la farina a fontana, aggiungete nella cavità o le uova o l’acqua e mescolate fino a ottenere un impasto omogeneo e piuttosto consistente
 (deve essere piuttosto asciutto altrimenti si incolla).
Dopo circa mezz’ora di riposo passate alla trafila.
Raccogliete gli spaghetti in un cesto cosparso di farina gialla (giusto per evitare che si attacchino tra loro) e fateli asciugare all’aria prima di utilizzarli.
Preparate il condimento facendo sciogliere nell’olio le sardine dissalate e pulite. Semplicemente l’olio con il pesce sarà il sugo. Se piace, si potrà aggiungere un pezzetto di tonno sott’olio insieme alle sardine. Prima di aggiungere il pesce ai bigoli, fate soffriggere uno spicchio d’aglio nell’olio.
Ingredienti per 4 persone
200 g. di sardelle del Garda sotto sale (oppure di alici sotto sale)
500 g. di bigoli
olio extravergine di oliva
Preparazione:
Pulisci dal sale e monda le sardelle (o le alici) di lisca, testa e pinne e lavale accuratamente sotto acqua corrente; sminuzzale e falle sciogliere in padella con abbondante olio che dovrai pero’ tenere a temperatura inferiore a quella di ebollizione: l’operazione è fondamentale alla buona riuscita del piatto, il pesce non deve friggere nell’olio, ma deve lentamente sciogliersi al calore del fuoco. Otterrai una crema non molto densa che userai per condire i bigoli cotti in acqua bollente moderatamente salata. Il piatto è decisamente salato ed invita alla “bevuta”.
***
 Curiosità:
 Un tempo questo piatto era talmente gustato che “andare a bigoli” equivaleva a dire “andare a pranzo”.
***
↓