…si dice: “Strani compagni di… – 282

…a cura di Graziano M. Cobelli

libri

…si dice: “Strani compagni di letto”.

Il modo di dire «strani compagni di letto» viene usato per sottolineare il formarsi di strane, inedite o paradossali alleanze dovute all’imprevedibile accadere dei casi della vita.
Il motto ha origine da un passo dell’opera tetrale La Tempesta, scritta da william Shakespeare nel 1611, che recita: «La sventura costringe l’uomo a fare la conoscenza di ben strani compagni di letto».
La popolarità della frase è stata rilanciata dal grande successo della commedia hollywoodiana che portava questo titolo, uscita nel 1965, diretta da Melvin Frank e interpretata da Gina Lollobrigida e Rock Hudson.

Tratto da: Rivista TeleSette.

↓