…si dice: “È una… – 214

…a cura di Graziano M. Cobelli

libri

…si dice: “È una Caporetto”

L’espressione «è (o è stata) una Caporetto» indica una sconfitta clamorosa, una disfatta senza appello.
È un’immagine rimasta viva nella nostra lingua a 100 anni dalla battaglia combattuta nel corso della Grande Guerra dal 24710 al 12/11 del 1917 e che porta il nome di un paese sul fiume Isonzo oggi in territorio sloveno.
Fu un tale disastro per l’esercito italiano, travolto dalle truppe austroungariche e tedesche, che il comandante in capo Luigi Cadorna venne sostituito da Armando Diaz e il nostro fronte dovette arretrare fino al fiume Piave, da cui successivamente partì la riscossa decisiva.
Secondo le relazioni dell’epoca morirono 13mila soldati italiani, 30mila furono feriti e quasi 300mila presi prigionieri con 350mila sbandati.
In tutto le forze armate italiane persero 700mila effettivi in seguito alla battaglia.

Tratto da: Rivista TeleSette.

↓