Contorni / La polenta

 

…a cura di Anna Maria Matilde Filippozzi_

 

 

 La Polenta 

 Ingredienti: Per 4 persone
Quattro etti di farina gialla un litro e mezzo di acqua
una cucchiaiata di sale da cucina 
 Preparazione:
Far bollire l’acqua, versarvi una cucchiaiata di sale e far cadere la farina a pioggia sempre mescolando con la frusta.
Quando è tutto stemperato e omogeneo si cuoce per circa un’ora sempre mescolando con l’apposito bastone di legno e sollevando la polenta dal basso verso l’alto.
Sarà cotta quando incomincerà a staccarsi dai bordi. Se durante la cottura divenisse troppo soda, aggiungere un po’ d’acqua bollente.
Versare la polenta cotta sull’apposito tagliere e servire calda .
 Curiosità:
La ricetta è molto semplice ma gli accorgimenti per ottenere un buon risultato non sono pochi, tanto che, nell’ambiente contadino gli uomini dicevano che: se la donna sa fare la polenta è una brava cuoca.
Questo naturalmente riferito al nord Italia dove la polenta era quasi un piatto quotidiano. Innanzitutto, il recipiente ideale è sempre stato e sempre sarà il paiolo di rame non stagnato anche se, si possono fare delle ottime polente con altri paioli o pentole.
Per quanto riguarda la farina, se si preferisce una polenta a grana grossa, una polenta contadina per intenderci, una polenta che si senta sotto i denti, scegliete la farina “bramata”, invece per una polenta più morbida scegliete il tipo “fioretto”.
Il piatto viene dalla tradizione contadina quando, proprio per la povertà del piatto, restava uno dei pochi “abbordabili” date le finanze ristrette.

***

 

↓