…si dice: “Okay… – 164

…a cura di Graziano M. Cobelli

libri

…si dice: “Okay”.

L’esclamazione «okay» (ossia «si, bene, d’accordo, ho capito»), scritta di solito «ok» oppure «o.k.», è divenuta dopo la Seconda Guerra Mondiale, la più conosciuta e usata del mondo.
La sua origine è statunitense e la si trova scritta per la prima volta nel 1839 su un giornale di Boston.
Vi sono molte ipotesi sulla sua origine.
Le più verosimili: si riferirebbe all’O.K. Club, circolo fondato a New York in quegli anni a sostegno di Martin Van Boren, candidato alla presidenza degli Stati Uniti e soprannominato «Old Kinderhook»; deriverebbe dalla frase gaelica «och aye» («oh, si!») usata dagli immigrati irlandesi oppure dal detto in lingua sioux «oka hey» («si può fare!»); riprenderebbe le iniziali di Otis Kendall, addetto al porto di New York all’inizio dell’800, che siglava con «OK» le casse personalmente controllate.

Tratto da: Rivista TeleSette.

↓