“Genaro seco,… – 133

…a cura di Graziano M. Cobelli

libri

Separatore

Genaro seco, bacan sior.
Gennaio secco, contadino ricco.

***

Coando ‘l galo canta ‘n te ‘l puinar, el tenpo vol cambiar.
Quando il gallo canta nel pollaio, il tempo è in cambiamento.

***

La pegora la sarea bona, se la ghesse ‘l culo ‘n canpagna e la boca ‘n montagna.
La pecora sarebbe ottima, se defecasse in campagna ma mangiasse in montagna.

***

Pansa piena, no’ crede a coela úda.
Pancia piena, non crede a quella vuota.

***

No’ gh’è arte vecia, cho no’ torna bona.
Non c’è attrezzo vecchio, che prima o poi non si riutilizzi.

Separatore

↓